Farmaci e Farmacisti

In questa sezione potete trovare l’elenco aggiornato delle farmacie presenti sul territorio della ASL Roma 1, informazioni su assistenza farmaceutica territoriale, farmacoeconomia, farmacoepidemiologia, farmacovigilanza e farmaci galenici.

Documenti da presentare chiudi dettagli apri dettagli
  • Piano Terapeutico del Centro di Riferimento della patologia;
  • Piano Terapeutico dello Specialista;
  • Piano Terapeutico di Strutture Specialistiche Ospdaliere o Universitarie o IRCCS;
  • Prescrizione dello specialista di una struttura pubblica riportante il fabbisogno trimestrale o semestrale, flusso "litri/minuto" "ore/die";
  • Piano Terapeutico dello specialista che ha in cura l'assistito;
  • Per microinfusore e relativi dispositivi medici: Piano Terapeutico annuale dello Specialista pubblico che ha in cura l'assistito.
  • Per presidi per l'autocontrollo della glicemia: Piano Terapeutico rilasciato dallo Specialista di struttura pubblica.
  • Piano Terapeutico dell'Ospedale Bambin Gesù;
  • Piano terapeutico dello Specialista nefrologo (sevelamer) - Piano terapeutico dello specialista infettivologo (valganciclovir);
  • Piano Terapeutico /scheda del Centro di riferimento per la Patologia rara individuata dalla Regione Lazio come da Decreto n.279 del 18/05/2011;
  • Piano Terapeutico dello specialista andrologo, endocrinologo, neurologo o urologo;
  • Piano terapeutico delle Strutture Specilaistiche Ospedaliere o Universitarie o IRCCS;
  • Richiesta del Medico dell'Unità Operativa di Nutrizione Artificiale riconosciuta dalla Regione;
  • Piano terapeutico del Centro Ospedaliero autorizzato.
Diabete mellito, nuove procedure di erogazione dei dispositivi chiudi dettagli apri dettagli

Chi può accedere

  • Pazienti esenti per patologia (codice 013) affetti da:
  • Diabete mellito di tipo 1;
  • Diabete mellito di tipo 2;
  • Diabete mellito gestazionale;
  • Diabete mellito di altro specifico tipo.

Cosa è concesso in regime di SSN

  • Apparecchio glucometro;
  • Penna insulina;
  • Pungidito;
  • Strisce X glucometro;
  • Strisce glicosuria;
  • Strisce chetonuria;
  • Strisce glicosuria – chetonuria;
  • Siringhe insulina;
  • Aghi penna;
  • Lancette pungidito.

Come ottenere i dispositivi per la misurazione

La prescrizione del materiale per l’automisurazione della glicemia viene redatta, a cura dei centri diabetologici e dai diabetologi operanti nelle strutture pubbliche o private accreditate, su modello regionale (Piano di Autocontrollo) per un periodo massimo di un anno.

  • Tale piano deve essere registrato direttamente dal Diabetologo sul sito della Regione Lazio e successivamente consegnato, a cura del paziente, al medico di base;
  • Il medico di base effettua le prescrizioni sul ricettario SSN per un periodo massimo di tre mesi, nel rispetto del Piano suddetto;
  • Il materiale, prescritto secondo le modalità regionali, può essere ritirato presso tutte le farmacie pubbliche e private della Regione Lazio;
  • Le farmacie, al momento dell’erogazione, accedendo al sito regionale, scalano, di volta in volta, il quantitativo previsto dal piano registrato, fino al raggiungimento del fabbisogno annuale prescritto dal diabetologo.
Farmaci galenici chiudi dettagli apri dettagli

La Farmacia Ospedaliera del Nuovo Regina Margherita ha al suo interno un Laboratorio di Galenica Clinica, all’interno del quale vengono preparati farmaci o preparati galenici.

I preparati galenici si dividono in tre categorie:

  • Preparazioni galeniche magistrali: medicinali preparati in base a prescrizioni mediche destinati a determinati pazienti;
  • Preparazioni galeniche officinali: medicinali preparati in farmacia in base alle indicazioni della Farmacopea Ufficiale Italiana o di un paese comunitario, forniti direttamente ai pazienti;
  • Preparazioni galeniche ospedaliere: medicinali preparati nei servizi di farmacia ospedaliera e destinati agli utenti di tali servizi.

La nutrizione artificiale

Il laboratorio galenico si occupa anche di preparare sacche per la Nutrizione Parenterale (NPT), che consiste nella somministrazione di sostanze nutrienti per via venosa, necessarie quando il paziente non può essere alimentato per bocca o per via enterale. Le sacche vengono preparate per pazienti domiciliari e per quelli ricoverati al Policlinico di Tor Vergata e all’Istituto Mediterraneo di Ematologia.


Le malattie rare

Il trattamento delle malattie rare spesso richiede l’utilizzo di medicinali non reperibili in Italia come specialità medicinali. Per questo motivo l’allestimento in laboratori galenici ospedalieri, come preparati magistrali, può rappresentare l’unica possibilità per consentire la disponibilità di questo tipo di trattamenti terapeutici. Il ricorso a preparazioni galeniche personalizzate risulta quindi indispensabile per garantire un’adeguata assistenza terapeutica. In particolar modo viene utilizzato il cosiddetto “farmaco orfano”: si tratta di un prodotto potenzialmente utile per trattare una malattia rara, ma che non ha un mercato sufficiente per ripagare le spese del suo «sviluppo», proprio a causa della frammentazione delle singole patologie.

Monitoraggio prescrizioni farmaceutiche chiudi dettagli apri dettagli

Responsabile: Dott.ssa Valentina Corvetti

Sede: Via Ariosto, 3

Orari apertura lun-ven ore 9.30-13.00

Tel +39 067730.7474

 Fax  +39 067730.7427

Modalità accesso: appuntamento telefonico

e-mail valentina.corvetti@aslroma1.it

Pazienti di riferimento per patologia chiudi dettagli apri dettagli
  • Pazienti affetti da fibrosi cistica;
  • Pazienti con tumore alla vescica;
  • Pazienti affetti dalle patologie previste nella Legge 648/96;
  • Pazienti affetti da insufficienza respiratoria cronica;
  • Pazienti portatori di catetere venoso centrale;
  • Pazienti affetti da diabete di tipo 1 o 2 o gestazionale;
  • Pazienti affetti da talessemia;
  • Pazienti in cura con farmaci del PHT;
  • Pazienti affetti da patologie rare;
  • Pazienti affetti da disfunzione erettile (nota AIFA 75);
  • Pazienti in cura con farmaci ex H/Osp 2 elenco 1 Determina 2347 del 26/06/2010;
  • Pazienti con alimentazione per via naturale insufficiente o controindicata o impossibilitata;
  • Pazienti affetti da sclerosi multipla (nota AIFA 65).

 

Servizi e farmaci erogati chiudi dettagli apri dettagli
  • Specialità medicinali, galenici,dispositivi, per pazienti affetti da fibrosi cistica;
  • Medicinali antiblastici iniettabili per via endovescicale per pazienti con tumore alla vescica;
  • Medicinali innovativi/sperimentali presenti nell’elenco della Legge 648/96;
  • Ossigeno liquido in bombole da 26.500 litri;
  • Prodotti farmaceutici per la manutenzione del catetere venoso centrale;
  • Microinfusore e relativi dispositivi medici per pazienti affetti da diabete;
  • Microinfusore e dispositivi medici, specialità medicinali, galenici per pazienti affetti da talassemia;
  • Sevelamer per pazienti con iperfosfatemia - Valganciclovir per pazienti affetti da HIV con infezioni virali e fungine;
  • Specialità medicinali e dispositivi medici dopo autorizzazione da parte della CAFI per pazienti affetti da patologie rare;
  • Sidenafil, vardenafil, tadanafil;
  • Farmaci nell'elenco 1 della Determina 2347 del 26/06/2010;
  • Prodotti specifici per Nutrizione Enterale (NE), sacche per Nutrizione Parenterale (NP), latti artificiali per i bambini in età pre-svezzamento alimentati con sonda, pazienti con Morbo di Crohn, anche se non hanno un accesso artificiale al tubo digerente (per i pazineti residenti nel I, II. III Distretto l'erogazione è dalla Farmacia del Presidio Territoriale Nuovo Regina Margherita - per i pazienti residenti nel IV distretto l'erogazione è dal Servizio Farmaceutico del IV Distretto- lArgo Rovani 5);
  • Avonex, Betaferon, Copaxone, Extavia, Rebif.

 

Vigilanza e controllo farmacie chiudi dettagli apri dettagli

Rientra nell’ambito delle competenze della ASL la vigilanza sulle Farmacie e Parafarmacie del territorio. La vigilanza è esercitata mediante una Commissione ispettiva costituita da un farmacista della ASL, un farmacista designato dall’Ordine dei Farmacisti e un funzionario direttivo amministrativo della ASL con funzioni anche di segretario. La stessa Commissione si occupa anche delle visite ispettive alle Parafarmacie.

Le ispezioni svolte possono essere di tre tipologie:

  • Preventiva: destinata ad accertare la distanza dalle altre farmacie, l’idoneità dei locali, degli arredi, delle attrezzature e delle scorte dei medicinali. Si effettua prima dell’autorizzazione all’apertura o in caso di trasferimento dei locali. Per le Parafarmacie l’ispezione preventiva è effettuata dal Servizio Igiene Sanità Pubblica (SISP).
  • Ordinaria: da eseguirsi abitualmente ogni due anni ai fini del controllo di regolarità dell’esercizio.
  • Straordinaria: eseguita ogni qualvolta la Commissione ispettiva lo ritenga opportuno o necessario (segnalazioni di cittadini, medici ecc.).

 

Le attività

  • Espletamento delle attività di controllo riguardanti gli adempimenti previsti dal D.P.R. 309/90 e successive integrazioni e modificazioni in materia di stupefacenti e sostanze psicotrope, relativamente a:
  1. Vidimazione del registro di entrata e uscita;
  2. Ricezione della sezione terza dei buoni acquisto;
  3. Ricezione di una copia della richiesta relativa agli acquisti effettuati dai direttori sanitari di ospedali, ambulatori, istituti e case di cura ecc.;
  4. Distruzione di sostanze e relative preparazioni, non più utilizzabili,  con la redazione dei relativi verbali di constatazione e diaffidamento in custodia, di prelievo e distruzione.
  • Espletamento delle attività istruttorie e amministrative sulle farmacie previste dalla L.R. 52/80 riguardanti il rilascio dell’autorizzazione all’apertura, al trasferimento dei locali, al cambio di titolarità;
  • Espletamento delle attività istruttorie nella definizione degli orari, dei turni e delle ferie degli esercizi farmaceutici disciplinati dalla L.R.26/02, nonché delle piante organiche di cui alla L362/91;
  • Rilascio di  certificazioni e attestati di servizio riguardanti la pratica professionale dei farmacisti;
  • Gestione dei registri concernenti i titolari delle farmacie, i direttori tecnici, i collaboratori;
  • Espletamento delle attività istruttorie finalizzate al rilascio dell’autorizzazione regionale alla distribuzione all’ingrosso di medicinali e gas medicali;
  • Vigilanza ed ispezioni alle farmacie, parafarmacie, depositi all’ingrosso di specialità medicinali.

Responsabile Farmacovigilanza ASL Roma 1 (Mun 1-13-14-15)
Dott.ssa Giovanna Lembo
Sede: piazza S. Maria della Pietà, 5, Padiglione XIII - 00135 Roma
tel. +39 06 6835.2862 fax +39 06 6835.2901
e-mail: giovanna.lembo@aslroma1.it

Responsabile Farmacovigilanza ASL Roma 1 (Mun 1-2-3)
Dott.ssa Paola Cocito
Sede: Via Ariosto, 3
Tel. +39 067730.7364 / Fax  +39 067730.7427
Orario apertura lun-ven ore 8.30 –13.30
Modalità accesso Per appuntamento telefonico
e-mail paola.cocito@aslroma1.it pec farmacovigilanza@pec.aslroma1.it

FarmAnotizie chiudi dettagli apri dettagli

 

In questa sezione potete trovare "FarmAnotizie", il periodico mensile di informazione della ASL Roma 1 su argomenti di farmacoepidemiologia, farmacoeconomia e farmacovigilanza. 

Notiziario giugno 2016

Notiziario luglio 2016

Notiziario settembre 2016

Notiziario ottobre 2016

Notiziario novembre 2016

Notiziario dicembre 2016

 

Avvisi Corsi di Formazione/Aggiornamento chiudi dettagli apri dettagli

In data 12.12.2017 alle ore 13.00 presso la Sala Riunioni dell'Ordine dei Farmacisti di Roma, Via Alessandro Torlonia, 15 si svolgerà il primo incontro rivolto alle Farmacie del Municipio 1 della ASL Roma 1

Avviso Corso Titolari Farmacie Distretto 1

Differimento incontro 12.12.2017 (rettifica Avviso Corso Titolari Farmacie Distretto 1)

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.